TAGS

Accademia del Mobile (2) ACE (1) Acqua di Sirmione (1) Agromonte (1) Amica Chips (1) Amplifon (1) Angelini (8) Aperol (1) AS Roma (1) Averna (1) Balocco (5) Barberini (1) Barclays (1) Barilla (1) Bauli (1) Bayer (2) Beghelli (1) Bertolli (1) Breil (1) Buitoni (1) Bulgari (1) Burger King (1) Casa Modena (2) Chiarezza.it (1) Chicco Toys (1) Cirio (2) Coca-Cola (1) Costa d'Oro (1) Curiosità (28) Dacia (1) Daihatsu (1) Dash (9) DeLonghi (2) eBay (1) Enel (1) Eni (3) Eridania (1) Ferrarelle (1) Fiat (2) Fileni (1) Findus (1) Ford (1) Fox (3) Fresh Up (1) Galbusera (1) Grana Padano (1) Gruppo Festina (1) Gucci (1) Heineken (1) HSBC (1) Hyundai (3) Iberdrola (1) IKEA (1) Imetec (1) Infasil (1) Informazione Pubblicitaria (3) Iper Supermercati (1) Istituzionale (6) Jaguar (1) L'Oreal (1) Leaseplan (1) Lexus (2) Lines (2) Listerine (1) Loacker (1) Lottomatica (4) Manetti & Roberts (1) Mazda (6) McDonald's (4) Mediaset (1) Menarini (2) Moretti (1) Movies (15) MSD Animal Health (1) Mulino Bianco (1) Mylicon (1) Nestlé (2) Nike (1) Nissan (1) Nivea (2) Nonno Nanni (1) Omega Chefaro (1) OraSì (1) Ospitalità Italiana (1) Pfizer (1) Pharmamedix (1) Pica (1) Ponti (3) Poste Italiane (1) Prestitalia (1) Private Griff (1) Q8 (1) Rai (11) Ray Ban (1) RBA Italia (1) Reale (1) Renault (2) Renèe Blanche (1) Rio Mare (1) Roccobarocco (1) Rosaria (1) Sama Beirut (1) Samsung (1) San Pellegrino (1) Sanofi (1) Saupiquet (1) Scavolini (3) Seat (1) Sisal (1) Sky (1) Sofia (1) Sogin (1) Somatoline (1) Star (1) Stroili (1) Tavernello (1) Tecnoalarm (1) Telefonia 3 (1) Tim (6) Toyota (24) Treccani (1) Trenitalia (1) Unipol (1) UnipolSai (1) Viakal (1) Vodafone (4) Volkswagen (2) Yamaha (1) Zegna (1)

venerdì 7 marzo 2008

Presidenza del Consiglio - TFR - Shootingboard



Considerando che si tratta di uno spot istituzionale, la chiusura di questo soggetto mi ha fatto pensare: chissà se in altri paesi europei avrebbero aggiunto lo stesso pizzico di "provolona bunga bunga frivolezza"...  Mi fa sorridere poi l'idea che lei, poverina, in un'altra dimensione è già vedova (qui). Ma la domanda vera è: per girare queste quattro inquadrature, praticamente obbligate, serviva Ferzan Ozpetek?
Una tipica storia italiana.







ShareThis